Iscriviti alla newsletter




Joomla Extensions powered by Joobi

volontario msgsv

Un fatto gravissimo si sta consumando in questi giorni nel cuore dell’Europa: gli Stati Uniti d’America sono in trattative con il governo Ceco per installare una base militare con uno scudo stellare a BRDY (Repubblica Ceca).

Il progetto degli USA è all’interno del progetto NMS (sistema missilistico nazionale), e vuole spostare il mirino di una probabile guerra nucleare in Europa. Russia e Cina sono ripartite con la corsa al riarmo, la tensione internazionale cresce e l'Europa rischia di spaccarsi in due. Nessun governo nè il parlamento europeo stanno prendendo posizione nei confronti di questa incombente occupazione militare da parte degli USA.

Il 70% della popolazione Ceca non vuole lo scudo, ma la Campagna europea di solidarietà, diffusa con la petizione on-line su www.nonviolence.cz , già arrivata a 75.000 firme, non vuole essere solamente un gesto solidale ai Cechi.

Ne sappiamo qualcosa noi Italiani tra Vicenza, Ghedi, Sigonella, Aviano, …

Inoltre nel Friuli Venezia-Giulia abbiamo tre situazioni di rischio:

- i porti nucleari militari di Trieste e Capodistria;

- la base di Aviano, che ospita una cinquantina di bombe nucleari;

- la base di Rivolto, futuro "polo missilistico nazionale".


Di che si tratta? «In attesa dell'arrivo del nuovo sistema missilistico, qui sarà realizzato un reparto dalla capacità molto importante anche dal punto di vista della presenza di uomini, che consentirà di guardare avanti per molti anni, nell'ambito di un processo di ristrutturazione che vede, invece, tanti reparti chiudere. Questo non chiuderà, ma anzi sarà valorizzato e potenziato».

L'intervista al generale Corsini ha anticipato che il sistema missilistico - presto in consegna - è un moderno ed efficiente sistema mobile, che rappresenta il nuovo sistema di difesa, alla luce delle mutate condizioni degli scenari operativi. (dal Messaggero Veneto di Udine - 03 maggio 2008).

Altre due notizie sono legate alla base di Rivolto: l´Agenzia NATO che gestisce il programma trinazionale MEADS (Medium Extended Air Defense System), finanziato per il 58% dagli Stati Uniti, per il 25% dalla Germania e per il 17% dall´Italia, si è aggiudicata un contratto di 66 milioni di dollari per incorporare i PAC-3 Missile Segment Enhancement (MSE) di Lockheed Martin quali intercettori base del sistema. Probabilmente questi saranno i missili di cui sarà fornita la base italiana.

La seconda è che nel maggio 2005, MEADS International ha firmato un contratto del valore di oltre 3 miliardi di dollari (1.9 miliardi di euro) per la progettazione e sviluppo del sistema.

Una volta completato, MEADS sarà il solo sistema antiareo e missilistico in grado di seguire il trasporto tattico di truppe e di iniziare le operazioni quasi immediatamente. Sostituirà i sistemi Patriot negli Stati Uniti, i sistemi Nike Hercules in Italia e integrerà i sistemi Patriot in Germania.
In almeno 15 città europee si stanno organizzando presidi permanenti, in contemporanea alla protesta ed allo sciopero della fame che il portavoce del “Movimento nonviolento contro le basi in Rep. Ceca”, Jan Tamas, inizierà il 13 maggio.

Movimento Umanista, Sinistra Critica, Tavola della Pace del F.V.G.