Iscriviti alla newsletter




Joomla Extensions powered by Joobi

volontario msgsv

VARSAVIA - Il segretario di Stato americano, Condoleezza Rice e il ministro degli esteri polacco, Radoslaw Sikorski, hanno firmato a Varsavia l'accordo bilaterale per la costruzione in Polonia della base antimissile americana nell'ambito del progetto del cosiddetto "scudo spaziale". L'accordo prevede l'installazione entro il 2012 di dieci missili capaci di intercettare e distruggere in volo eventuali missili balistici a lunga gittata. Durissima la reazione di Mosca: il ministro degli Esteri russo parla di una reazione "non solo con proteste diplomatiche".

Il sistema sarà coordinato con un potente radar che, secondo i piani, sarà installato nella Repubblica Ceca, completando un sistema globale di difesa antimissile di cui Washington ha già installato alcune strutture in Groenlandia e Gran Bretagna. "Questa di oggi è una giornata storica", ha detto la Rice dopo l'incontro con il presidente della repubblica polacca, Lech Kaczynski.

La Rice ha poi ricordato che l'accordo costituisce una nuova tappa della collaborazione strategica fra i due Paesi. Alla cerimonia della firma, che si è svolta nella sede del governo polacco ed è stata trasmessa in diretta dalle tv pubbliche e private del Paese, hanno assistito, oltre al capo dello stato Lech Kaczynski, anche il capo dell'esecutivo, Donald Tusk. Durante la cerimonia è stata regalata alla Rice una sciabola tradizionale.

L'accordo completa il piano degli Stati Uniti che prevedeva l'installazione di un sistema di radar su suolo ceco, e di una base di dieci missili intercettori in Polonia per neutraizzare eventuali attacchi con missili di Paesi come l'Iran. Ma la Russia ha sempre ritenuto che lo scudo antimissile dispiegato vicino alle sue frontiere sia diretta contro il suo potenziale militare; e ha già avvertito che punterà i suoi missili nucleari contro i Paesi che ospiteranno le installazioni.