Iscriviti alla newsletter




Joomla Extensions powered by Joobi

volontario msgsv

Giorgio Schultze, canditato umanista indipendente IdV alle europee, sui rifugiati di via Senigallia:
“necessari legge quadro, revisione trattato immigrazione con Libia e normativa UE per consentire integrazione e libera circolazione ai rifugiati sul territorio europeo”

A seguito dei violenti scontri avvenuti ieri alla stazione di Bruzzano (Milano) tra i rifugiati di via Senigallia e la Polizia, Giorgio Schultze dichiara: “Via Lecco, Viale Forlanini, Piazzale Lodi e ieri Via Senigallia: la protesta alla stazione di Bruzzano, è causata dall’assenza quasi totale di garanzie per i rifugiati nonostante gli ingenti finanziamenti dell’UE al nostro Governo”.

Se è vero infatti che il Comune di Milano spende annualmente 8 milioni di Euro per 300 rifugiati, è anche vero che a questi ultimi viene garantito per qualche mese solo un posto letto e corsi di italiano pressochè inesistenti, rendendo utopica l’idea di un vero percorso di integrazione abitativa e lavorativa per persone in fuga da paesi in guerra o che non rispettano i più elementari diritti umani.

Schultze ha concluso il suo intervento affermando l’urgenza di intervenire con:
  • una legge quadro per i rifugiati, oltre ad assicurare che i fondi europei siano spesi per garantire l’effettiva integrazione lavorativa e abitativa
  • la revisione del trattato sull’immigrazione con la Libia, recentemente firmato dal nostro Governo, che si sta manifestando come un metodo di barbara carcerazione di chi cerca di raggiungere l’Europa per ottenere asilo
  • la revisione della normativa europea al fine di consentire la libera circolazione dei rifugiati in tutto il territorio UE e non solo nel paese a cui hanno richiesto asilo.

MondoSenzaGuerre