Iscriviti alla newsletter




Joomla Extensions powered by Joobi

volontario msgsv

ImageAperto a tutti e gratuito a partire dal 21 aprile alle ore 18.30. Obiettivi: fornire strumenti di interpretazione della realtà attuale e di tecnica giornalistica. Reagire alla logica dell'informazione falsa e tendenziosa. Rafforzare l'equipe di redazione de Lo Strillone, giornale umanista, con nuovi collaboratori che facciano controinformazione. Il percoso formativo si svilupperà in a appuntamenti a cadenza settimanale.

Il corso  si sviluppa in 4 lezioni di circa due ore e mezza.

1 Lezione venerdì 20 Febbraio dalle ore 18.30 

Descrizione dei punti di vista

Periodicità

Sezioni dei giornali

Come si può trattare una notizia

Parte pratica

2 lezione venerdì 27 Febbraio ore 18.30

 Descrizione dei punti di vista

Modalità della scrittura giornalistica

Parte pratica

3 lezione venerdì 6 Marzo ore 18.30

Le immagini

L’importanza dell’elemento grafico in un giornale

4 lezione venerdì 13 Marzo ore 18.30

Le virtù personali e di gruppo

Pubblicità

Diffusione

Raccolta e revisione del lavoro svolto

Al termine di questo primo ciclo di lezioni si inizierà la parte di implementazione nella redazione e nella formazione di equipes redazionali.

Per informazioni e iscrizioni contattaci

LOSTRILLONE
PER PROMUOVERE LA PACE E IL DIALOGO TRA LE DIVERSE CULTURE

1. DOVE VOGLIAMO ARRIVARE
L’obiettivo di questo progetto è quello di promuovere la pace e il dialogo tra le diverse culture, arrivare a costruire un sistema di informazione multietnica e antirazzista, che sia in grado di raccogliere, organizzare e pubblicare informazioni in modo autonomo ed indipendente, in modo limpido e non manipolato da interessi estranei al progetto stesso.
LoStrillone punta a coinvolgere centinaia di persone in diversi parti d’Italia, ma anche d’Europa e nel resto del mondo, i suoi punti  cardini sono la non violenza, il rifiuto per la discriminazione e una sincera preoccupazione per l’essere umano, in tutti i suoi aspetti.

2. L’INFORMAZIONE
Una cosa è dividere il mondo in due categorie: chi fa l’informazione e chi la riceve ( giornalisti , utenti) altra cosa è considerare l’informazione come mezzo di comunicazione, di scambio e di crescita reciproca.
Una cosa è fare informazione dietro la scrivania, altra cosa è stare in mezzo alla gente.
Una cosa è produrre opinioni per sostenere questo sistema, altra cosa è denunciarne i soprusi , i limiti e le violenze.
Così l’informazione di base è un mezzo per distribuire informazioni per la gente e non un mezzo per manipolare i fatti.
Nell’informazione di base tutti sono giornalisti e tutti sono utenti.

3. ATTEGGIAMENTO UMANISTA
L’attenzione all’essere umano si manifesta seguendo l’atteggiamento umanista, che segue i seguenti punti:
• Assunzione dell’essere umano come valore centrale
• L’affermazione dell’uguaglianza di tutti gli esseri umani
• Il riconoscimento della diversità personale e culturale
• La tendenza allo sviluppo della conoscenza, al di sopra di quanto è accettato come verità assoluta
• L’affermazione della libertà in materia di idee e credenze
• Il rifiuto della violenza
L’atteggiamento umanista al di fuori di ogni approccio teorico, può essere inteso come una sensibilità, come un porsi di fronte al mondo umano in cui si riconosce la libertà e l’intenzione degli altri, e in cui si assumono impegni di lotta contro la discriminazione e la violenza.

4. IL LAVORO PERSONALE
In un mondo così caotico e accelerato, in cui si sovrappongono centinaia di informazioni al giorno, una sull’altra, in modo indiscriminato; in un mondo in cui la maggior parte delle notizie viene creata e manipolata ad arte da media corrotti; e in modo in cui anche noi stiamo cambiando o vogliamo cambiare per adeguarci ai nuovi tempi, è necessario fare un lavoro personale: il giornalista dei nuovi tempi, insieme al mondo, si occupa anche di migliorare se stesso.
E’ importante imparare a capire come funziona la nostra coscienza, cos’è un punto di vista, in che modo il nostro stato d’animo influenza quello che percepiamo e in che modo influenza quello che raccontiamo agli altri, il grado di interesse, il livello d’attenzione, in che modo veniamo influenzati dal nostro paesaggio di formazione ,…