peaceboatSabato 10 Ottobre 2009, alle 15:00 si è svolta presso il Campidoglio, Sala del Carroccio, la conferenza per l'arrivo in Italia della "Nave della Pace". La Marcia Mondiale ha fatto il suo saluto agli Hibakusha presenti.

La “Peace Boat” (“Nave della Pace”) è un’organizzazione non governativa (ONG) e no-profit nata in Giappone  ma di dimensione internazionale, attiva dal 1983 per promuovere la pace, i diritti umani e la sostenibilità attraverso viaggi di pace a bordo di grandi navi per passeggeri. Per dare una testimonianza degli effetti dei bombardamenti atomici  e per sollecitare il disarmo nucleare alcuni dei sopravvissuti (hibakusha) alle atomiche lanciate nell’agosto del ‘45 su Hiroshima e Nagasaki è arrivata in Italia sabato 10 ottobre nel porto di Civitavecchia per il suo 67° viaggio attorno al mondo.

La conferenza ha visto interventi di associazioni quali Archivio Disarmo, Noi Donne, Abolition 2000 e LIDU 1948. Nonchè la testimonianza di alcuni Hibakusha (sopravvissuti alle bombe di Hiroshima e Nagasaki) presenti sulla nave.

Federica Fratini, rappresentante di Mondo Senza Guerre - Roma e portavoce della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, ha fatto un'intervento ringraziando i presenti per le testimonianze e invitandoli agli eventi in Giappone del 17 Ottobre a Hiroshima, 18 Ottobre a Kyoto e 19 a Tokyo, nonchè ricordando alla stampa presente l'evento di Roma del 12 Novembre.

La "Nave della Pace" è ripartita lunedì 12 Ottobre per Malaga in Spagna e rientrerà in Giappone l'11 Dicembre.