Image ECCO LA PETIZIONE ON LINE CONTRO L’ISTALLAZIONE DELLA BASE RADAR DEGLI STATI UNITI IN REPUBBLICA CECA

Caro amico,
in aprile il Parlamento della Repubblica Ceca dovrà esprimersi sulla costruzione di una base militare degli Stati Uniti ed è probabile che voterà a favore della sua installazione, nonostante il 70% della popolazione sia contrario. Vista l’urgenza della situazione, abbiamo lanciato una petizione on-line per fare pressione sul Parlamento e chiedere che la questione sia risolta con un referendum.

Il progetto degli Stati Uniti NMD – sistema missilistico nazionale, è un progetto molto complesso che prevede la produzione di nuove armi e l’installazione di basi militari americane in diversi punti del pianeta. In particolare in Europa il primo passo è l’installazione di un radar in Repubblica Ceca e di una base con missili intercettori in Polonia.

Questo piano ha diviso l’Europa, che al momento attuale non è in grado di dare una risposta unitaria, coerente e nonviolenta alla politica aggressiva degli Stati Uniti. Le reazioni della Russia e della Cina hanno creato un’atmosfera da “guerra fredda”. Aumentano le tensioni internazionali, è ripresa una folle corsa agli armamenti (convenzionali e nucleari) e soprattutto si pongono le basi per la militarizzazione ed il controllo dello spazio.

La maggioranza dei cechi non vuole basi militari straniere sul proprio territorio. La maggioranza dei cechi vuole decidere su questi problemi tramite un referendum, strumento fondamentale di qualsiasi democrazia.

Ti chiediamo di appoggiare la nostra protesta nonviolenta. Questo piano non riguarda solo noi cechi ma tutta l’Europa e tutto il mondo.

Firma la nostra petizione online e diffondila tra i tuoi amici.

Inviaci i tuoi messaggi di sostegno.

Aiutaci a raccogliere un milione di firme!

Jan Tamáš
Movimento nonviolento contro le basi in Repubblica Ceca

Dana feminová
Europa per la pace
FIRMA LA PETIZIONE
www.nonviolence.cz

ECCO UN'ALTRA INIZIATIVA CONTRO LO SCUDO MISSILISTICO AMERICANO. 

PETIZIONE POPOLARE ai sensi dell’art. 109 del regolamento della Camera dei Deputati. Scarica la petizione

CONTRO L’ACCORDO USA/ITALIA CHE PREVEDE
UN NUOVO “SCUDO MISSILISTICO” SUI NOSTRI TERRITORI

- PER UN USO SOCIALE E DI PACE DELLE RISORSE PUBBLICHE
- AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA  GIORGIO NAPOLITANO
- AL PRESIDENTE DEL SENATO FRANCO MARINI
- AL PRESIDENTE DELLA CAMERA FAUSTO BERTINOTTI
- AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI ROMANO PRODI

Noi sottoscritti, cittadine e cittadini italiani:

Ritenendo che l’Accordo quadro tra il Governo degli Stati Uniti e il Governo italiano inerente la creazione di uno “scudo antimissilistico”, firmato lo scorso febbraio 2007 al Pentagono, ponga l'Italia in prima linea in un sistema le cui reali finalità non sono difensive ma offensive.

Valutando che questa decisione si inserisce in un già inquietante contesto di militarizzazione dei nostri territori, come si evince dalla volontà di costruire una nuova base militare USA a Vicenza, dal memorandum d'intesa con cui l'Italia si assume ulteriori impegni nel programma del caccia statunitense F-35 Lightning (Joint Strike Fighter), dall’aumento delle spese militari previsto nella Legge Finanziaria del 2007.

Ritenendo che questo processo inserisca ancora di più il nostro paese in una dinamica che ci vede coinvolti direttamente su vari fronti di guerra con le cosiddette “missioni di pace”,  e alimenti nella stessa Europa nuove tensioni, esponendo così i nostri territori a possibili ritorsioni.

CHIEDIAMO:
• La REVOCA IMMEDIATA dell’Accordo quadro che stabilisce la partecipazione dell’Italia al progetto statunitense di “scudo” antimissilistico. 

• Lo STORNO dei fondi previsti per missioni militari all’estero, industrie belliche o finalizzati alla produzione di aerei da guerra e altri programmi militari, VERSO FINI SOCIALI, come lo sviluppo della sanità pubblica, del sistema educativo nazionale, il rafforzamento del sistema previdenziale pubblico, la regolarizzazione del lavoro precario, una cooperazione allo sviluppo sulla base di modelli alternativi alle attuali politiche di “peacekeeping”.

Per firmare la petizione e avere maggiori informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - contatto diretto
sede di MONDO SENZA GUERRE - Milano: via Mazzali, 5 Milano (mm Udine)

LA PRESENTE PETIZIONE POPOLARE SARA’ CONSEGNATA ALLE AUTORITA’ INDICATE DURANTE UNA INIZIATIVA PUBBLICA NEL PROSSIMO AUTUNNO 2007

IL PUNTO DI RACCOLTA NAZIONALE DOVE INVIARE I MODULI RIEMPITI E’:
CIRCOLO ARCI AGORA’, VIA BOVIO 48, PISA  c.a.p. 56125