La protesta del 15 ottobre si è svolta in 82 paesi del mondo in modo nonviolento, allegro e forte, unendo persone di ogni età e condizione.
Solo in Italia l'enorme manifestazione di Roma è degenerata in violenze inaudite, scatenate da un'infima minoranza (più o meno l'1% del totale di partecipanti): per l'ennesima volta un gruppetto di violenti ha imposto con cinismo e arroganza i propri metodi a una maggioranza che non li condivideva e si è nascosto dietro un corteo pacifico per "giocare alla guerra", incurante delle conseguenze sulle persone e sulle ragioni della protesta.

FIRMA L'APPELLO